Vigneto Cannubi

Media

Il fiore all'occhiello della produzione

Se esistesse in Piemonte una classificazione di Grand Cru simile a quella esistente in Borgogna, il vigneto Cannubi (o Cannubio o Canubbio) sarebbe considerato come uno dei veri pochi Grand Cru presenti nella zona di Barolo e nello scenario del vino di qualità.


Una lunga storia

Il vigneto Cannubi è infatti il più famoso e rinomato cru già citato in antichi documenti che risalgono al 1700. La più antica bottiglia delle Langhe è conservata in Bra presso la famiglia Manzone e reca la scritta “Cannubi 1752”; questa preziosa testimonianza è la dimostrazione di come questo vigneto fosse già famoso e stimato prima dell'avvento del vino Barolo.* Cannubi ancor prima di Barolo.


Caratteristiche inconfondibili

L'assoluto prestigio qualitativo delle uve provenienti da questa collina è determinato dalla particolare composizione del terreno: si tratta infatti dell'unica zona, nell'intero comprensorio della produzione del Barolo, nella quale si uniscono e si confondono i terreni di origine Tortoniana ed Elveziana, appartenenti ad ere geologiche diverse. L'elevata dotazione in sabbia conferisce profumi intensi, in cui sono evidenti note fruttate di ciliegia e prugna e di evoluzione come tabacco, rosa e viola. L' alcalinità e la dotazione elevata in calcio conferiscono un tocco finale di finezza ed eleganza. Nonostante l'elevata percentuale in sabbia, le dotazioni in limo ed argilla, con microelementi, potassio e magnesio, conferiscono colore intenso e vivo, oltre a concentrazioni polifenoliche elevate. La presenza di sabbia fine e l'elevato tenore di argilla e calcare infondono nei grappoli di uve nebbiolo destinate alla produzione del Barolo Cannubi caratteristiche uniche in fatto di particolare finezza ed eleganza.

Tutte queste proprietà naturali garantiscono al Barolo una qualità esclusiva ed uno stile raffinato, che la famiglia Damilano ha saputo interpretare con passione e rigore.


Scenari futuri

L'azienda Damilano vanta una storica presenza nella collina di Cannubi con 2 ettari di proprietà a cui si aggiungono altri 8 ettari in locazione.


Caratteristiche tecniche

Comune: Barolo
Superficie di proprietà: ha 2 + ha 8 in affitto
Altezza media: 280 m s.l.m.
Esposizione: est/sud-est
Terreno: 45% sabbia, 35% limo e 20% di argilla
Particolarità: l’elevata dotazione di sabbia conferisce al Barolo di Cannubi profumi intensi, in cui sono evidenti note fruttate (ciliegia e prugna) e di evoluzione (tabacco, rosa e viola)
Anno d'impianto: dal 1955 al 2009



*Fonte Atlante delle vigne di Langa – Slow Food Editore